Condivisione.jpg

Mentre pascolava i suoi animali nella savana di Ifunde, in Tanzania, un bambino di 7 anni, Kelvin, viene colpito da un asino che gli sferra un paio di calci ferendolo. Trasportato all’ospedale di Kahama, distante circa 25 km dal suo villaggio, il piccolo s’aggrava manifestando serie difficoltà respiratorie e tre attacchi convulsivi. Le sue condizioni sembrano disperate. Le suore di Maria SS.ma Addolorata e la famiglia che lo accompagnavano pregano incessantemente Madre Francesca perché interceda per il piccolo. Giunto in Ospedale, i raggi x rilevano una frattura cranica con friabilità dell'osso frontale. Sembra spacciato. Ma dopo 3 giorni, miracolosamente, viene dimesso in buone condizioni. Di lì a poco Sr. Cinzia Tonetti, medico dell’ambulatorio di Ifunde che lo aveva soccorso, lo va a trovare e - per grazia ricevuta e attesa! – lo scorge davanti casa con i compagni a giocare a palla. Sano e salvo.

Le Suore di Ifunde - Tanzania

TANZANIA

Per grazia, Kelvin torna a giocare

APPROFONDIMENTI02.jpg