Condivisione.jpg

Prima del S. Natale 1935 mi ammalai di «Grippe» alla testa. In seguito a ciò, il 29 gennaio 1936 dalla filiale di Bendorf, venni portata a Vienna nella Casa principale della nostra Congregazione. Tre medici mi hanno curata anche con i raggi, ma invece di migliorare, io peggioravo. Intanto dal gennaio in poi si pregava la Serva di Dio per la mia guarigione a Vienna e a Roma. Il 6 marzo 1936, compiendosi il 25° anniversario della morte della Serva di Dio, mentre io non volevo alzarmi per paura di dover andare dal medico, la Superiora mi fece dire da una Suora: «Si alzi per venire alla S. Messa, essendo oggi il giorno della morte della Serva di Dio». Mi alzai subito ed andai alla S. Messa, ma non ebbi il coraggio di fare la S. Comunione, perché sentivo smarrimento alla testa. Dopo la S. Messa rimasi alzata, però stavo tanto male che dissi ad una consorella che così non poteva più andare avanti. Tuttavia nel mio interno mi sentivo una voce di grande fiducia nella Serva di Dio. Alle 12 e mezzo, mi recai dalla Superiora. Essa voleva mandarmi dal medico, ma io risposi che non era necessario, perché ormai mi sentivo bene. La Superiora volle che andassi ugualmente e gli dichiarassi che io ero guarita. Nel pomeriggio andai dal medico con una consorella e gli dissi: «Oggi non vengo per la cura, ma per dirle che sono guarita: le Suore hanno pregato la Madre per la mia guarigione». Il medico che alcuni giorni prima aveva detto che solo il Signore mi poteva aiutare, constatò la mia perfetta guarigione dichiarando che essa non era possibile in via naturale.

Sr. Conradina Harber

VIENNA

Malata di "Grippe"

APPROFONDIMENTI02.jpg