finestra testimonianze.jpg
APPROFONDIMENTI02.jpg

L'ascesi delle olive amare

Era molto temperante sempre padrona di sé stessa. Nel cibo preferiva le cose semplici, non voleva mai eccezioni e si mortificava tanto che il Confessore dovette qualche volta imporle di non privarsi del necessario. Una volta io stessa, avendo ricevuto delle olive da una benefattrice, le credetti zibibbo, e le misi come condimento nel risotto col latte: la Serva di Dio lo mangiò tranquillamente dicendo: «Oggi il Signore ci ha messo del suo fiele e lo dobbiamo prendere con gioia».

Madre Johanna Ankenbrand