finestra testimonianze.jpg
APPROFONDIMENTI02.jpg

Sorella tra le sorelle

Mi è rimasto il ricordo che era sempre uguale a se stessa, buona, paziente, piena di fiducia in Dio e unita a Lui. Tutto ciò che avveniva lo accettava con spirito di fede e tutto riferiva a Lui. Non dava mai a vedere che agiva da Superiora Generale; pregava invece di comandare. Per questo suo contegno le Suore di Vienna non si accorgevano che la Serva di Dio già era rimossa dall'ufficio di Generale. Era come sorella tra sorelle. Mai parlava del suo interno, né delle sue mortificazioni. Avevamo tutte verso di Lei un sentimento di grande stima e rispetto spontaneo.

Donna Constantia Wiczurke