1893

RHINELANDER, WI

Ospedale St. Mary

APPROFONDIMENTI02.jpg

P. Joch e tre suore, con un baule, una pagnotta e 50 dollari, partirono dal St. Joseph Hospital di Marshfield e arrivarono a Rhinelander il 5 giugno del 1893 per fondare un nuovo ospedale. Le figlie di Madre Francesca iniziarono immediatamente la loro opera di carità assistendo i malati a domicilio nelle vicinanze di Rhinelander, e lo facevano nello stile indicato loro dalle Norme della Fondatrice: «La suora che assiste il paziente deve agire come se non vedesse né sentisse. Ella sorvolando a tutto baderà semplicemente al suo lavoro e segue scrupolosamente le prescrizioni del medico. La suora sarà capace di adeguarsi agli umori e alle richieste irragionevoli del malato con imperturbabile pazienza ed umiltà». È così che a Rhinelander imparano a conoscere e ad apprezzare le Suore dell’Addolorata, che intanto si danno da fare per sviluppare la missione. Alcuni mesi dopo infatti viene acquistata una casa che in breve diventa l’Ospedale St. Mary, dove le suore si daranno con operosa carità a curare i malati, accudendoli nel corpo e nello spirito. Nell’autunno del 1894, ossia appena un anno dopo, viene costruito un nuovo ospedale, più grande e funzionale. Nell’agosto del 1895, durante il suo ultimo viaggio in America, Madre Francesca visiterà le comunità d’America, rallegrandosi per il bene compiuto. In quest’occasione introdurrà il termine “superiora” per indicare le suore che guidano la comunità. Successivamente, con lo sviluppo della Congregazione nel settore della sanità, anche nell’Ospedale St. Mary si procederà al continuo miglioramento dei servizi al malato. Nel mese di aprile del 1935 inizieranno i lavori di ristrutturazione e di ampliamento dell’edificio, e l’11 dicembre dello stesso anno viene consacrata la cappella e inaugurata la nuova struttura ospedaliera.