"Voglia la grazia dare al mio scritto più luce in qualcosa!"

(Madre Francesca Streitel)

lettere.jpg

DESTINATARIA DELLE LETTERE

Sr. Maria Johanna Ankenbrand

Sr. Maria Johanna Ankenbrand, al secolo Elisabeth, nacque il 10 novembre 1885 a Mechenried, Unterfranken, Germania. Dopo gli studi, fu mandata dalla madre nell’educandato “Julianum”, presso il Reverendo Schlör, che divenne in seguito Vescovo di Würzburg. Già da bambina Elisabeth nutriva la vocazione alla vita religiosa, ma non sapeva come coronare questo suo grande desiderio. Quando seppe che Madre Francesca Streitel nel febbraio del 1883 era andata a Roma per collaborare con P. Jordan nell’organizzazione del ramo femminile della Società Cattolica Istruttiva, capì di essere chiamata in quella Congregazione.

Nell’ottobre 1883 raggiunse Madre Francesca a Roma. Dopo alcuni mesi vestì l’abito religioso e divenne membro della nuova Congregazione con il nome di M. Johanna. Nel mese di giugno 1885 P. Jordan e Madre Francesca cercarono di aprire un ospedale a Scheβlitz, Bamberg. Sr. Johanna e Sr. Scolastica Demer restarono lì per attendere i permessi statali. Nel mese di ottobre 1885 la comunità di Madre Francesca, con il nuovo nome di “Suore dell’Addolorata” fu separata dalla Società Cattolica Istruttiva fondata da P. Jordan. Intanto, il governo della Baviera non permise di aprire una filiale a Scheβlitz. Sr. Johanna tornò nuovamente a Roma con la sua compagna; Madre Francesca le inserì nella comunità. Nel 1889 fu trasferita in America dopo l’apertura della prima casa filiale. In quegli anni M. Francesca aprì altre case in America. Sr. M. Johanna, nel 1891 fu nominata amministratrice per le case negli Stati Uniti d’America e nel 1893 vicaria. Dopo la deposizione di Madre Francesca nel 1896, dovette accettare l’ufficio di Superiora Generale che mantenne per ben 32 anni. Il suo impegno principale fu di mantenere lo spirito originario della fondatrice. Ella stessa incoraggiava le suore ad imitare fedelmente l’esempio di Madre Francesca. Allo scadere del suo incarico di Superiora Generale visse nella casa Madre di Roma fino alla morte che avvenne nel 1955, all’età di 97 anni. Il suo corpo riposa nel Camposanto Teutonico, nei pressi di San Pietro, Roma.